previous arrow
next arrow
Slider

I benefici del Contratto

Pubblicato da admin il

 

 

Per far fronte alle esigenze locali e, in particolar modo, per andare incontro ai bisogni specifici dell’ambito cooperativo, si è avviata la contrattazione provinciale per i lavoratori dipendenti da imprese cooperative del settore agricolo.
Il primo accordo provinciale viene stipulato il 17/02/2009 con lo scopo di rendere esplicite le peculiarità della categoria e definire i punti che caratterizzano e rispecchiano le esigenze specifiche.
Osservando la grave crisi del settore agricolo, che non ha risparmiato la cooperazione agricola, si sono messe a punto un complesso di attività volte a fornire maggiori opportunità alle cooperative ed ai loro dipendenti, per migliorare le condizioni di lavoro e per favorire la crescita e lo sviluppo del settore.
Il vigente accordo provinciale è stato sottoscritto il 18/05/2012 con scadenza il 30/06/2015.
In quest’ultimo è stata prevista, al livello 6° (ex operai agricoli e florovivaisti qualificati), la figura dell’operaio polifunzionale che permette di svolgere lavori di varie mansioni ricomprese nel 6°, 5° e 4° livello.
Tale figura introduce un efficace rimedio amministrativo che riduce, in maniera significativa, le controversie con l’INPS derivanti dall’inquadramento dei lavoratori che svolgevano più mansioni ed ai quali, da parte dell’Ente, venivano attribuiti i livelli più alti ed i conseguenti riadeguamenti retributivi e contributivi.
Così, l’introduzione della figura dell’operaio polifunzionale, permette una migliore valorizzazione delle risorse umane e realizza, nell’utilizzo di tali risorse, un’ottimizzazione in termini economici e finanziari.
Inoltre, grazie all’istituzione della C.I.L.C.A (Cassa Integrazione Lavoratori Cooperative Agricole) i lavoratori delle cooperative potranno usufruire:
a) dell’integrazione dei trattamenti assistenziali obbligatori in caso di malattia e/o infortunio;
b) della promozione e lo svolgimento di ogni iniziativa ed azione tesa a migliorare l’integrazione dell’assistenza pubblica nei confronti dei lavoratori;
c) dello svolgimento, nei limiti delle disponibilità finanziarie, di ulteriori prestazioni assistenziali volte a garantire nei confronti dei lavoratori un’adeguata tutela negli stati di bisogno per occorrenze sociali, familiari e per evenienze di ordine sanitario.
Un ulteriore obiettivo che la cassa si prefigge di raggiungere è quello di offrire uno strumento fondamentale per la crescita dei lavoratori e per l’innalzamento del livello qualitativo dei servizi prestati dalle cooperative, organizzando, insieme a loro, attività di formazione per gli operatori del settore.
La Cassa è finanziata con una contribuzione pari all’1,50% per metà a carico dell’azienda e per la restante metà a carico del lavoratore.

Categorie: Articoli